Voragine aperta da un anno in un complesso Ater a Tor de’ Schiavi

“Questa mattina abbiamo fatto un sopralluogo presso un complesso Ater in via Tor de Schiavi e abbiamo trovato una situazione davvero vergognosa. All’interno infatti, da circa un anno, è presente una voragine di circa 24 metri di larghezza e sette metri di profondità. I cittadini sono giustamente esasperati anche perché in tutto questo tempo hanno dovuto assistere a un imbarazzante rimpallo di responsabilità fra Regione Lazio e Roma Capitale”. È quanto dichiarano il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Chiara Colosimo e il candidato di FdI al consiglio comunale, Federico Rocca.

“Ci è stato riferito che sono state effettuate tutte le indagini di rito, ma poi i lavori sono stati bloccati a quanto ci risulta per la solita incapacità dell’amministrazione capitolina, ossia,  nello specifico, mancherebbero le mappature di Roma sotterranea. Una situazione, oltre che assurda, davvero pericolosa per l’incolumità dei residenti. Chiediamo a gran voce alle Istituzioni preposte di intervenire al più presto per evitare potenziali tragedie – aggiungono -. Se è vero che Ater ha fatto la sua parte ci troverà al suo fianco contro lo stallo inaccettabile del Comune. Come Fratelli d’Italia ci schieriamo al fianco dei cittadini e faremo tutto il possibile affinché questa enorme voragine venga chiusa in tempi certi e celeri.  Roma e i romani meritano rispetto e non è possibile che, a causa dell’eterno conflitto fra la Raggi e Zingaretti, debbano assistere a scene che non sono degne di una Capitale d’Italia, ma neanche di una città del terzo mondo”.