Turismo. Meloni: “Serve un anno bianco fiscale”

Il comparto turistico, con le attività ad esso collegate, è sull’orlo del baratro. C’è bisogno di un intervento immediato dal quale l’Italia non può prescindere. Lo ribadisce a gran voce Giorgia Meloni (FdI): “Attivazione dello stato di crisi per il turismo, anno bianco fiscale per tutto il comparto, erogazione immediata dei contributi a fondo perduto ancora non versati e nuovi ristori per compensare gli ultimi mesi di chiusura: sono queste le proposte che Fratelli d’Italia ha ribadito anche oggi alla manifestazione organizzata a Roma dagli agenti di viaggio e dal mondo dell’intermediazione turistica. FdI ribadisce la sua vicinanza ad un comparto strategico per la nostra economia, abbandonato dal Governo e ridotto allo stremo”.

“Fratelli d’Italia è da sempre vicino al mondo del turismo; siamo al fianco degli operatori delle agenzie di viaggio messe in ginocchio dalla crisi e da un governo incapace. Il comparto ha registrato perdite di fatturato di 7 miliardi di euro, un’agenzia su cinque ha chiuso. Il Ministro Franceschini non è stato in grado di rispondere alle istanze di questo settore e l’Italia paga la mancanza di un ministero ad hoc, che da sempre Fratelli d’Italia ritiene indispensabile”. A rimarcarlo è Francesco Lollobrigida, Capogruppo FdI alla Camera dei Deputati.

“Senza interventi concreti – ribadisce – sono a rischio 10mila imprese, che possono finire nelle mani della criminalità, e 80mila posti di lavoro. Abbiamo presentato un’interrogazione per chiedere al governo se intenda incrementare fino a 700milioni le risorse per i contributi a fondo perduto del decreto Rilancio e se sia prevista una riapertura dei termini per la domanda di accesso ai finanziamenti”.