Scuola. Usare i fondi del “bonus vacanze” per mettere in sicurezza gli istituti

Utilizzare i fondi stanziati per il bonus vacanze e non utilizzati dai cittadini per intervenire sulla sicurezza delle scuole. A chiederlo il Codacons, che rivolge oggi un appello al Governo.

“L’emergenza Covid ha reso ancora più evidente l’inadeguatezza degli istituti scolastici italiani, la maggior parte dei quali arriverà impreparato all’appuntamento con la ripresa delle lezioni – afferma il presidente Carlo Rienzi –. La necessità di garantire il distanziamento e la sicurezza di tutti gli ambienti scolastici richiede uno sforzo economico enorme, perché ancora troppe aule e istituti in Italia risultano non a norma, fatiscenti, vecchi, e richiedono interventi urgenti di manutenzione”.

Per tale motivo il Codacons, di fronte al fallimento del bonus vacanze che è stato sfruttato solo da 470mila famiglie per un controvalore di 200 milioni di euro contro i 2,4 miliardi di euro stanziati, chiede al Governo di dirottare i fondi del sussidio ancora inutilizzati, destinandoli al settore scolastico per interventi di messa in sicurezza degli istituti urgenti e non più procrastinabili.