Scuola: si torna in aula? I nodi da sciogliere

Ci sono Presidi che spingono per la riapertura delle scuole. La didattica a distanza (Dad) assolve solo parzialmente i compiti demandati all’istruzione dei ragazzi, secondo molti, e questo spingerebbe a suggerire il ritorno dei ragazzi in aula.

Ma a quali condizioni?

Il 9 di dicembre alcuni istituti potrebbero riaprire le loro porte agli alunni ma ci sono da risolvere alcune questioni.

La prima: i protocolli in caso di positività al virus. Il lavoro che il Provveditorato sta facendo con le Asl per alleggerire l’iter burocratico sarà sufficiente a fungere da barriera efficace contro nuovi casi di contagio?

E ancora, la seconda: come si farà con i trasporti? Il numero dei mezzi a Roma è stato aumentato, anche con il ricorso a vetture pubbliche, ma la capienza massima resta sempre del 50%, quindi apparentemente non sufficiente a garantire le necessità del trasporto scolastico.

Intanto serpeggiano i dubbi tra personale docente e non: pare che il disegno di qualcuno sia quello di arrivare alle vacanze per le festività natalizie, per poi riaprire le aule agli studenti solo con l’anno nuovo.

Anno nuovo o no, l’importante è che la scuola riprenda sì ma in sicurezza.