Opere TAV. FdI: “Dal M5S solo chiacchiere”

Che fine hanno fatto le opere compensative dell’Alta velocità? A La Rustica e a Tor Sapienza è difficile dare una risposta a questa domanda… 

Da anni queste zone attendono la realizzazione di interventi strutturali e infrastrutturali tanto attesi e volti a mitigare gli effetti devastanti del traffico in questo quadrante.

Continui rinvii, quelli che hanno caratterizzato tanto gli espropri quanto l’approvazione del progetto. Il risultato? Queste opere mancano laddove servono.

“Ci sono fondi stanziati e disponibili eppure nulla si muove. Gli interventi in programma riguarderebbero la viabilità e comprenderebbero l’allargamento della sede stradale interna al quartiere La Rustica, con la creazione dei marciapiedi mancanti, in particolare la riapertura di Via Galatea che consentirebbe ad un importante quadrante di poter usufruire di una viabilità alternativa a l’unica esistente, tra l’altro anche in questo caso la strada è priva di marciapiedi. Tale riapertura, nonostante le continue richieste e i solleciti dei comitati cittadini, inspiegabilmente non viene considerata come un intervento di massima urgenza dall’Amministrazione locale; intanto, il continuo passaggio di automezzi pesanti diretti verso le grandi fabbriche site in via Galatea è sempre più sostenuto e a portarlo sulle spalle sono cittadini, pedoni ed automobilisti, perché l’inerzia delle Giunte municipale e capitolina è tale da bloccare ogni cosa. Basti pensare che dagli interventi effettuati dalla Giunta Alemanno ormai quasi un decennio fa nulla è cambiato. Allora ci furono l’allargamento di via della Rustica, da via Turano a largo Corelli, con la realizzazione di marciapiedi, e l’allargamento del primo tratto di via Vertunni, da largo Corelli all’Ufficio postale”. E’ quanto dichiarano in una nota Stefano Erbaggi, esecutivo romano di Fratelli d’Italia, Antonio D’Alessandro, dirigente FdI nel Municipio V, e gli esponenti di FdI nel Municipio V, Walter Pacifici e Marilena Noce.

“Da tempo immemore è tutto fermo – concludono -; tanto è l’Amministrazione 5 Stelle quanto quella precedentemente a firma del Pd hanno saputo incidere positivamente sul quartiere”.