La Raggi non supera l’esame del verde. Il Comune ha abbattuto tanti alberi ma non ne ha piantati

Con una diffida urgente, il Codacons ha chiesto alla sindaca Virginia Raggi un intervento a tutela del verde pubblico della capitale, sempre più a rischio a causa delle inefficienze dell’Amministrazione e del mancato rispetto delle normative vigenti.

“Come rilevato nella Relazione annuale 2019 dell’Agenzia per la qualità dei servizi di Roma Capitale, negli ultimi anni l’Amministrazione ha posto in essere una intensa attività di abbattimento degli alberi, a fronte di una sostanzialmente inesistente attività di piantumazione, che ha comportato una importante diminuzione della dotazione arborea, oltre che un peggioramento dell’aspetto paesaggistico – spiega il Codacons –. La circostanza non è di poco conto se si considera che il verde urbano svolge una funzione di interesse pubblico generale in quanto risorsa fondamentale per la sostenibilità urbana, che contribuisce alla mitigazione delle temperature e delle varie forme di inquinamento nonché alla conservazione della biodiversità e dei processi ecologici, migliorando la qualità ambientale per la salute del cittadino”.

Il Regolamento del Verde Pubblico e Privato e del Paesaggio Urbano di Roma Capitale, inoltre, approvato dalla Giunta Capitolina ormai nel lontano gennaio 2019, non risulta ad oggi ancora approvato dall’Assemblea Capitolina.

Il quadro normativo attuale, tuttavia, impone all’Amministrazione di tutelare e garantire il patrimonio arboreo della Città, attuando interventi volti non solo a manutenere e valorizzare il verde pubblico ed il paesaggio, ma anche ad implementarlo. Roma Capitale, nell’attuare negli anni misure finalizzate esclusivamente all’abbattimento di alberi senza prevedere un correlativo e necessario piano di reimpianti e/o piantumazioni atto a compensare le perdite – anche per via del crescente utilizzo di appalti e servizi esterni a scapito di quelli interni – ha comportato un grave depauperamento del patrimonio verde della Città di Roma, con conseguente degrado paesaggistico ed ambientale.

Per tale motivo il Codacons, ai sensi della legge 241/90, ha diffidato Roma Capitale, in persona della Sindaca Virginia Raggi, a voler adottare tutti i provvedimenti necessari ed opportuni per riequilibrare il rapporto tra abbattimenti di alberi effettuati negli ultimi anni e le piantumazioni, privilegiando, ove possibile, l’affidamento dei servizi al Servizio Giardini, nonché a finalizzare l’iter di approvazione del Regolamento del Verde Pubblico e Privato e del Paesaggio Urbano di Roma Capitale.