Il Governo M5S-Pd vacilla. Manca il numero legale sulla proroga dello stato d’emergenza

“Una maggioranza che per due volte in Aula non riesce a garantire il numero legale sulla proroga dello stato d’emergenza deve prendere atto del suo fallimento”. E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidenza della Camera e deputato di Fdi.

“Se anche su un provvedimento di tale rilievo sinistra e grillini non riescono a garantire una presenza compatta, si prenda atto che la maggioranza è collassata, non c’è stata nelle elezioni ultime regionali e vivacchia con alterne fortune unicamente per allontanare il rischio di elezioni anticipate. Neanche il terrorismo sanitario, che gli ha consentito di non tracollare il 21 settembre, risulta più un collante efficace, molti parlamentari di maggioranza non si sono presentati perché non accettano più l’uso strumentale e liberticida dei DPCM, probabilmente necessari quando si contavano 950 decessi al giorno e decine di migliaia di contagiati, ma oggi del tutto impropri. Se riusciranno in 24 ore a precettare i deputati oggi assenti sarà solo perché siamo in presenza di una coalizione di inchiavardati alle poltrone”.