Giannini contro Calenda: “Ha preferito la comoda e ben più remunerativa poltrona di Bruxelles a Roma”

Nella foto Carlo Calenda. Immagine wikimedia con licenza creative commons

“A Calenda piace periodicamente sentenziare su Roma ma la verità è che avrebbe avuto la  possibilità di fare una vera opposizione da vicino e ha preferito la comoda e ben più remunerativa poltrona di Bruxelles, invece di calcare i marciapiedi e consumarsi le suole delle scarpe da consigliere comunale”. Così in una nota il consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini.

“Ecco perché fa sorridere la presentazione odierna di una ‘giunta ombra’ per la Capitale. Ancora più strampalata e contro ogni logica l’idea di indicare il piccolo comune di Magliano Romano come discarica per i rifiuti di Roma, dal momento che tutti gli organi preposti hanno bocciato questa soluzione, su tutti i fronti. La triste realtà è che Calenda è ormai solo l’ombra di se stesso, un ricordo già lontano e sbiadito di quel finto politico da territorio a breve termine che si presentò in campagna elettorale per il Campidoglio. I romani lo hanno capito, ne prenda ormai coscienza anche lui”.