Emergenza cinghiali. Ricorso del Codacons: chiesto commissariamento della Raggi

Il Codacons ha presentato oggi un ricorso al Tar del Lazio in merito all’emergenza cinghiali che si registra da mesi a Roma. L’ultimo episodio in ordine di tempo è quello che ha visto coinvolto il noto attore Massimo Lopez, che nei giorni scorsi ha denunciato di essere stato aggredito da un cinghiale mentre si trovava in strada.

“Il ricorso al Tar nasce dal mancato riscontro da parte dell’amministrazione comunale ad una diffida inviata dal Codacons nelle scorse settimane, in cui si chiedeva al Comune di attuare tutti gli interventi necessari a garantire la sicurezza dei cittadini e combattere l’invasione degli animali selvatici nella capitale – spiega il presidente Carlo Rienzi –. La nostra richiesta è rimasta lettera morta, e la diffida sfocia ora in un ricorso al Tar in cui chiediamo di nominare un Commissario ad acta che si sostituisca alla sindaca Raggi nella gestione dell’emergenza cinghiali, adottando le misure idonee a tutelare l’incolumità dei cittadini, specie quelli che risiedono nelle zone nord della città, quartieri dove si stanno moltiplicando gli avvistamenti e, purtroppo, le aggressioni all’uomo da parte degli animali”.

“Non è tollerabile che i residenti siano costretti a chiudersi in casa la sera e non possano uscire in strada a buttare la spazzatura per non imbattersi in branchi di cinghiali che si cibano dei rifiuti – prosegue Rienzi –. Una limitazione dei diritti dei cittadini e un pericolo per la sicurezza degli abitanti su cui tra pochi giorni si pronuncerà il Tar, valutando la nomina di un Commissario”.