Economia. Alessandrini (FdI): “Il nostro Paese è sull’orlo di un baratro”

“180 miliardi di fatturato in meno solo a settembre, in Italia; 216 miliardi di perdita stimati (più del Recovery Fund); 12.000 persone ancora in attesa della cassa integrazione da maggio. Nel complesso, nei primi sei mesi dell’anno, si registrano 578mila posizioni lavorative in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; un saldo dovuto ad una diminuzione di 1 milione 567mila del numero di attivazioni di rapporto di lavoro dipendente (-362mila a tempo indeterminato e -1 milione 205 mila a termine) e un calo di 988 mila cessazioni (-207mila a tempo indeterminato e -781mila a termine). Lo hanno rilevato l’Istat, il Ministero del Lavoro, l’Inps, l’Inail e l’Anpal nella nota trimestrale sulle tendenze dell’occupazione del secondo trimestre. Con questi dati si dovrebbe riflettere seriamente: non è stato avviato alcun programma, né un progetto concreto per il futuro prossimo. Il nostro Paese è sull’orlo di un baratro”. Cosi in una nota Arianna Alessandrini, delegata al Commercio per Roma di Fratelli d’Italia e Responsabile del Settore Commercio Roma per Assotutela.

“Questo Governo ha dimostrato una totale incapacità – prosegue – E’ necessario che se ne assumano la responsabilità e scendano dalle poltrone”.