Droga nel litorale. Blitz ad Acilia. A Ladispoli un pusher in manette

I Carabinieri della Stazione di Acilia da alcuni giorni tenevano sotto controllo l’abitazione di un disoccupato, con precedenti penali. Tutto è partito dai singolari movimenti dell’uomo, notati dai militari durante vari servizi perlustrativi. 

Insospettiti dal comportamento dell’uomo, i Carabinieri hanno così deciso sottoporlo ad un accurato controllo, organizzando un blitz nel momento più propizio. I militari hanno trovato all’interno dell’appartamento molteplici dosi di marijuana, nonché un abnorme quantità di materiale normalmente utilizzato per confezionare la droga. È stato anche tale ritrovamento, alla luce della sproporzione fra lo stupefacente rinvenuto ed il restante materiale necessario per la sua “lavorazione”, che ha rafforzato nei Carabinieri il dubbio che il malfattore nascondesse ben altro. Infatti, l’approfondita perquisizione della casa ha così permesso ai militari di rinvenire e sequestrare ulteriori quasi 5 kg di droga di vario genere, già suddivisa in dosi e pronta per essere commercializzata probabilmente sul litorale lidense.

Il pusher, pertanto, è finito immediatamente in manette e la droga, unitamente al restante materiale, è stato sequestrato.

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato un 35enne, con precedenti, abitante a Ladispoli per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare i militari della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile di Civitavecchia unitamente ai militari della Stazione di Ladispoli, nel corso degli assidui servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati inerenti gli stupefacenti, hanno messo a segno un’altra brillante operazione che ha consentito di sequestrare un ingente quantitativo di sostanza stupefacente, per un peso complessivo di 250 grammi di hashish e di 58 grammi di cocaina.

I Carabinieri hanno proceduto al controllo dell’autovettura condotta dal pusher e dopo un’attenta e minuziosa perquisizione personale e veicolare, lo hanno trovato in possesso di 2 grammi di cocaina. 

A quel punto i militari hanno proceduto alla perquisizione della sua abitazione al termine della quale hanno rinvenuto 250 grammi di hashish e 56 grammi di cocaina.

Quanto rinvenuto, che immesso nel mercato della droga avrebbe fruttato migliaia di euro, è stato sottoposto a sequestro, e terminati gli accertamenti, il pusher è stato dichiarato in arresto e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, ai sensi dell’art. 73 del D.P.R. 309/90.