Draghi incontra Conte. Rampelli: “Due nominati, privi di voti popolari, discutono dell’Italia e degli italiani”

“Il presidente del Consiglio Draghi che incontra l’ex presidente del Consiglio Conte è la rappresentazione plastica della nostra democrazia. Due nominati, privi di voti popolari, discutono, ragionano, si confronto sui destini dell’Italia e degli italiani, senza che gli italiani abbiano mai espresso un consenso per fargli esercitare questa delega”. È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

“La democrazia è delega per eccellenza, parlamentare o diretta che sia dovrebbe obbligatoriamente prevedere il passaggio elettorale. All’incontro mancava solo il prof. Monti per essere trasformato nel capitombolo della sovranità popolare”.