Controlli anti droga: sei arresti e una denuncia nel fine settimana

Nel fine settimana, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato 6 persone e denunciato una settima per reati inerenti agli stupefacenti, nonché sono state sequestrate decine di dosi di droga tra cocaina, hashish e crack.

I Carabinieri del Nucleo Roma Scalo Termini hanno arrestato un 22enne egiziano, senza fissa dimora e con precedenti, sorpreso in via Giolitti mentre offriva alcune dosi di droga a due persone che sono poi fuggite alla vista dei militari. Fermato il pusher, i Carabinieri lo hanno perquisito e trovato in possesso di una decina di dosi di hashish e denaro contante, provento dello spaccio.

In via Cerignola, invece, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste hanno arrestato un 52enne romeno, senza fissa dimora sorpreso a cedere una dose di cocaina ad un 34enne connazionale. Al pusher, i Carabinieri hanno sequestrato sia la droga che il denaro contante che nascondeva in tasca. L’acquirente è stato invece denunciato a piede libero per favoreggiamento, per aver dichiarato ai Carabinieri di non aver consegnato il denaro per l’acquisto di droga ma per altro motivo, che non ha poi saputo specificare.

Sempre in zona Quarticciolo, gli stessi Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste hanno arrestato due cittadini romani – un 47enne e un 64enne, entrambi già noti per precedenti di droga – notati aggirarsi con fare sospetto in via Trani. Fermati e perquisiti, i due sono stati trovati in possesso di due buste in cellophane contenenti 10 g di cocaina.

A Tor Bella Monaca, infine, i Carabinieri della locale Stazione hanno bloccato un 30enne romano notato a cedere una dose di crack ad un giovane, all’interno di una nota piazza di spaccio di via dell’Archeologia. Nelle tasche dell’arrestato, i Carabinieri hanno rinvenuto 6 dosi di crack e 785 euro in contanti, sequestrati.

Sempre in via dell’Archeologia, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca hanno arrestato un 27enne romano, già noto alle forze dell’ordine, con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. L’uomo, fermato e controllato dai militari, è stato trovato in possesso di 7 dosi di cocaina e 490 euro in contanti e, durante le fasi dell’arresto, allo scopo di guadagnarsi la fuga, ha opposto resistenza sferrando calci e pugni all’indirizzo dei Carabinieri, cercando anche di morderli. Il malvivente è stato definitivamente bloccato e la droga e il denaro sequestrati.

Degli arrestati, tre sono stati sottoposti ai domiciliari mentre gli altri sono stati portati in caserma e trattenuti nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.