Compagnie aeree. Diktat del Codacons: devono rimborsare chi non potrà partire

Le compagnie aeree devono rimborsare chi, a causa delle nuove disposizioni legate all’emergenza Covid, non potrà più partire e quindi fruire dei biglietti acquistati. Lo afferma il Codacons, che ricorda gli impegni presi dai vettori aerei dinanzi l’Antitrust.

Il nuovo Dpcm del Governo impedisce gli spostamenti per chi risiede in alcune aree del paese, e fa venire meno la possibilità di viaggiare per quegli utenti che avevano acquistato biglietti aerei da utilizzare nelle prossime settimane – spiega il Codacons – Una situazione che determina in favore dei consumatori il diritto al rimborso integrale dei titoli di viaggio, senza alcuna eccezione.

Ricordiamo inoltre che lo scorso 23 ottobre le compagnie aeree Ryanair, EasyJet, Vueling e Blue Panorama si erano impegnate dinanzi l’Antitrust a rispettare i diritti dei viaggiatori, riconoscendo loro il rimborso previsto dalla normativa comunitaria – prosegue il Codacons – Se tale diritto sarà violato, e se il rimborso dei biglietti inutilizzati a causa delle disposizioni sul Covid verrà negato, forniremo assistenza legale ai viaggiatori per far valere le loro ragioni.