Ancora fiamme a Roma. “Situazione critica per i Vigili del Fuoco”

E’ stata una giornata durissima ieri per i Vigili del fuoco, che hanno lavorato tutto il pomeriggio per spegnere un grosso incendio divampato nel campo rom di via Salone, dove hanno bruciato cumuli di rifiuti abbandonati. “E’ arrivato il momento di intervenire con interventi strutturali e con un piano straordinario contro gli incendi di rifiuti che ogni giorno interessano la capitale, serve una pianificazione a lungo termine sull’argomento”, a chiederlo è Fernando Cordella, Presidente ANPPE Vigili del Fuoco.

“I Vigili del Fuoco di Roma sono allo stremo delle forze, stretti da continue emergenze dovute anche e soprattutto alle mancanze dell’Amministrazione Raggi. E’ arrivato il momento di voltare pagina, risolvendo il problema alla radice, piuttosto che rincorrere ogni giorno l’ennesimo incendio di rifiuti nella Capitale”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta Stefano Erbaggi ed Alessandra Consorti, esponenti del direttivo romano di Fratelli d’Italia, commentando il duro lavoro svolto negli ultimi periodi dai Vigili del Fuoco.

“L’ultima emergenza in ordine di tempo è stata rappresentata dall’incendio al campo rom di via di Salone, che ha messo in serio pericolo le abitazioni circostanti. I Vigili del Fuoco devono essere impegnati nella salvaguardia e tutela dei civili ma non per spegnere incendi che vengono appiccati solo per smaltire illegalmente i rifiuti – hanno aggiunto -, con l’aggiunta di sviluppare inoltre insopportabili e dannosi roghi tossici”.

“Infatti, è arrivato il momento di intervenire con operazioni di prevenzione, come una raccolta differenziata e con una bonifica del sottobosco da rifiuti e sterpaglia secca prima della stagione estiva e l’individuazione, una volta per tutte,  i responsabili di questi incendi, che arrecano disagi sempre più frequenti nella capitale”, ha concluso Cordella.