Scuola. Il problema non sono le mascherine ma l’inadeguatezza delle strutture

Insufficienti per il Codacons le risposte sulla scuola fornite oggi dal Commissario per l’emergenza, Domenico Arcuri. Lo afferma l’associazione dei consumatori, che esprime forte preoccupazione in vista della riapertura degli istituti.

“Il problema delle scuole non è certo il reperimento delle mascherine, ma l’inadeguatezza degli edifici che risultano fatiscenti e non a norma, e non sono in grado di garantire la sicurezza di studenti e personale – spiega il presidente Carlo Rienzi –. L’emergenza Covid ha ampliato la questione delle ‘classi pollaio’, con le aule talmente sovraffollate che oggi, nelle scuole italiane, manca spazio per 1,2 milioni di studenti. Una situazione di evidente criticità che potrebbe far esplodere nuovi focolai proprio negli istituti scolastici a causa dell’impossibilità di garantire il distanziamento sociale, e che doveva essere affrontata dallo Stato già 10 anni fa, quando i tribunali, accogliendo la class action del Codacons, ordinarono al Miur e al Ministero dell’economia di realizzare gli interventi di edilizia scolastica previsti dalla legge”.