Villa Ada, tra insediamenti abusivi e violenza. Comitati ignorati, oggi episodio di cronaca

“Villa Ada ormai è nota per i numerosi insediamenti abusivi presenti, denunciati più volte anche dal comitato di cittadini. E oggi, ancora una volta, il tema si pone al centro dell’attenzione per una vicenda di cronaca. In una delle numerose  baracche, infatti, vivevano una coppia di cittadini romeni e l’uomo ha picchiato più volte la compagna venendo arrestato”. È quanto dichiarano il consigliere regionale di FdI, Chiara Colosimo, il dirigente romano di FdI, Brian Carelli, il coordinatore del II Municipio di FdI, Simone Pelosi, e il dirigente di Fratelli d’Italia del Municipio II, Leonora Peresso.

“Non è più tollerabile che all’interno di Villa Ada vi siano baracche o che siano abitate le vecchie stalle. I cittadini da troppo tempo non sono più liberi di poter vivere tranquillamente uno dei parchi più belli della città – rimarcano gli esponenti di FdI -. Più volte sono stati denunciati questi insediamenti, anche i comitati dei cittadini sono stati puntualmente ignorati. Non possiamo più accettare l’immobilismo della giunta Raggi e dell’Amministrazione municipale a guida Pd in tema di accompagnamento abusivo, che sfocia inevitabilmente nel tema della sicurezza urbana e sociale. Per fortuna a porre fine al calvario di questa donna sono intervenute le Forze dell’Ordine”.

“Villa Ada – concludono – deve tornare ad essere un punto di socializzazione per le famiglie e i residenti del Municipio II e dove si può far tranquillamente attività sportiva. L’esperimento di un governo congiunto Pd e 5stelle sulla città evidenzia in modo chiaro il fallimento di questo progetto politico che consegna Roma, ancora una volta, nel buio dell’incompetenza”.