Stadio della Roma. Il Codacons diffida la Raggi: nessun via libera al progetto?

Sullo Stadio della Roma il Codacons ha inviato una diffida al Sindaco di Roma, Virginia Raggi, e a tutti i Consiglieri comunali in cui si intima di non dare il via libera definitivo al progetto di Tor di Valle.

“Si apprende che i consiglieri entro lunedì avrebbero intenzione di dare il via libera alla votazione finale del progetto Stadio della Roma per eventualmente utilizzare lo Stadio come oggetto di campagna elettorale – scrive il Codacons nell’istanza –. Alla luce della imminente votazione non ci si può esimere dal sottolineare nuovamente come tale progetto nell’area di Tor di Valle sia ad oggi irrealizzabile senza arrecare danno alla collettività. Infatti sull’area di Tor di Valle non è possibile costruire lo Stadio ed il connesso centro commerciale, in quanto detta area non solo è a rischio idrogeologico per quel che concerne il Fosso del Vallerano, ma da ultimo vi si è aggiunto anche il pericolo di esondazione del Fiume Tevere così come risulta dal recente aggiornamento del Piano di Bacino del Tevere.
Il Politecnico di Torino ha inoltre affermato che sussistono diverse criticità sul fronte della mobilità che ‘la sola unificazione dell’Ostiense con la via del mare e la contestuale realizzazione del ponte dei Congressi’ auspicata nel progetto iniziale, non possono risolvere. Dette criticità riguardano la congestione del GRA e l’attuale inadeguatezza del servizio ferroviario Roma-Lido e Fl1. Il progetto poi, così come presentato, presenta un elevato rischio per l’incolumità pubblica essendo la realizzanda opera sprovvista di vie di fuga plurime così da permettere in casi di emergenza l’ordinata evacuazione dei luoghi”.

“Fatto ancor più grave sarebbe la circostanza secondo cui nonostante le note criticità, i Consiglieri comunali intendano dare il via libera al progetto per fini elettorali, in tal modo anteponendo un proprio interesse personale alla tutela dell’interesse pubblico del buon andamento della P.a., alla tutela della salute dei cittadini e ai propri doveri d’ufficio. Tale condotta sarebbe dunque in astratto passibile di integrare il reato di abuso d’ufficio p.e.p. dall’art. 323 c.p.”.

Per tali motivi il Codacons ha diffidato il Sindaco Raggi e i Consiglieri comunali a non dare il via libera definitivo al progetto sullo Stadio della Roma, pena una denuncia penale nei loro confronti per la possibile fattispecie di abuso d’ufficio.