Scuola. Codacons: da Azzolina linee guida inadeguate

“Le linee guida dal Ministro dell’istruzione Azzolina per la riapertura delle scuole sono per il Codacons inadeguate e inattuabili, e non garantiscono una ripresa delle attività in totale sicurezza”. E’ quanto riporta una nota ufficiale diffusa dall’Associazione per la tutela dei consumatori.

“Le indicazioni fornite dal Miur si scontrano con una realtà fatta di classi pollaio di dimensioni inadatte al numero di studenti, strutture scolastiche vecchie e malandate non a norma che non rispettano le norme sicurezza in tempi normali, figuriamoci in tempo di emergenza sanitaria – spiega il Responsabile del dipartimento scuola Codacons, Rosalba Di Placido –. Si registra poi una carenza nella dotazione di tablet, e molte zone d’Italia non hanno nemmeno la connessione ad internet”.

Per garantire la sicurezza di studenti e insegnanti, il Codacons sollecita il Ministro Azzolina ad attuare una serie di misure già a partire da settembre:
– Test sierologici per personale e studenti, misurazione quotidiana della temperatura con scanner agli ingressi, igienizzazione scarpe;
– distanza minima di un metro tra studenti e, dove non possibile per mancanza di spazi, utilizzo di strutture e fabbricati ubicati nelle vicinanze del plesso madre;
– dotazione di tablet alle famiglie meno abbienti con impegno a restituirlo alla scuola a fine ciclo e copertura internet totale su tutto il territorio;
– consigli di classe e incontri con i genitori online.