Multiservizi. Protesta in Campidoglio: 270 persone rischiano di perdere il lavoro

Finti sacchi dell’immondizia fatti rotolare dalla scalinata del Campidoglio, grida al megafono e striscioni.

Sono arrabbiati i circa 270 lavoratori di Roma Multiservizi impegnati fino a pochi giorni fa nella differenziata nelle utenze non domestiche di negozi, scuole e uffici pubblici.

Avevano il loro lavoro, poi, cosa è accaduto?

Il servizio era in appalto dal 2018 ma, dopo neppure due anni, sarebbe stato “ridimensionato”.

Nessuna tutela – come affermano loro stessi – per i lavoratori coinvolti che si sono trovati in breve tempo senza una occupazione.

Welcome to Rome, the city of rubbish“, recita lo striscione che tengono stretto tra le mani. Tradotto in italiano “Benvenuti a Roma, la città della spazzatura”.