Conte agli “Stati Generali del nulla”. Lollobrigida: “Di giorno sfilano, di notte litigano”

Gli Statti Generali scatenano le ire di Fratelli d’Italia. Dal Governo, dicono gli esponenti del partito di Giorgia Meloni, dovrebbero arrivare altre priorità.

La Cassa integrazione non arriva e le spaccature nel Governo sono sempre più evidenti. Queste le due principali criticità del momento, evidenziate dalle parole di Francesco Lollobrigida e Fabio Rampelli.

“Di giorno sfilano in ville lussuosissime e di notte litigano tra loro per trovare il modo migliore di restare incollati alle poltrone. Fratelli d’Italia chiede di votare al più presto, magari nel mese di settembre, per riuscire a dare all’Italia un Governo degno di questo nome”. A dichiararlo al Tg2 è stato il Capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

“Dagli ‘Stati Generali del nulla’ il premier Conte, con quasi un milione di lavoratori che attendono ancora il pagamento della cig, ha il coraggio di parlare del prolungamento della cassa integrazione – ha aggiunto Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi -. Il Presidente dell’Inps Tridico aveva annunciato pubblicamente che le avrebbe pagate entro il 12 giugno ma così non è stato. Conte non aggiri l’ostacolo, il problema è adesso. Conte dica quando arriveranno i soldi ai lavoratori”.