Terremoto nel M5S. Di Battista chiede la costituente e dice “no” al Mes. Grillo: “Pensavo di aver visto tutto”

Alessandro Di Battista ospite a "Che tempo che fa"

Che il Movimento 5 Stelle fosse composto da varie “anime” era chiaro da tempo. Ma ieri sera a rimarcarlo ci ha pensato Alessandro Di Battista.

Ospite a Mezz’ora in più su Rai 3, ha scosso il movimento con la sua dichiarazione: “Il M5S deve organizzare un congresso, un’assemblea costituente. Chiedo formalmente il prima possibile un’assemblea in cui tutte le anime possano costruire una loro agenda e vedremo chi vincerà”.

Conte leader del Movimento? “Si deve iscrivere al M5S e partecipare al congresso”, ha tuonato Di Battista.

La replica di Beppe Grillo è arrivata subito su Facebook: “Dopo i terrapiattisti e i gilet arancioni di Pappalardo, pensavo di aver visto tutto… Ma ecco l’assemblea costituente delle anime del Movimento. Ci sono persone che hanno il senso del tempo come nel film Il giorno della marmotta“.

Al di là delle parole dell’ex comico, uno spunto interessante da Di Battista arriva sul Mes: “Io sono contrario al Mes perché si aggancia a un vincolo esterno che non fa l’interesse nazionale, ma il vero problema è il Patto di Stabilità, va cambiato”. “Nessuno esponente del M5S con cui ho parlato in camera caritatis nelle scorse settimane – ha aggiunto – mi ha mai detto che ha intenzione Di attivare il Mes”.