L’agricoltura rischia il collasso. Procaccini: “Governo sblocchi i divieti per forniture macchinari agricoli”

“Il Governo deve procedere all’immediata rimozione del blocco dei divieti per produzione e fornitura di macchine, attrezzi  e ricambi  agricoli per evitare il collasso del settore che metterebbe a rischio le forniture alimentari. E’ urgente procedere alla modifica del decreto che impone il blocco e inserire queste attività nella filiera agroalimentare del Paese”. E’ la richiesta  dell’europarlamentare di FDI, Nicola Procaccini, componente della Commissione Agricoltura a Bruxelles.

“Se siamo tutti d’accordo che tra le attività essenziali per il Paese è compresa la produzione agroalimentare, ci spieghi il Governo come sia possibile garantire il ciclo produttivo del comparto agricolo senza l’efficienza e la disponibilità dei mezzi per la lavorazione dei terreni e la zootecnia. Gli alimenti non nascono spontaneamente dai terreni, sono le stesse aziende del settore che fanno richiesta di questi macchinari e attrezzature e che si vedrebbero costrette alla beffa di dover ricorrere a fornitori esteri per evitare il collasso delle produzioni.  E’ fondamentale che tutta questa filiera agroalimentare funzioni  a pieno ritmo, scongiurando così gravi danni all’intero comparto. Raccolgo le istanze evidenziate dalla Federazione dei costruttori di macchine agricole e dalle varie organizzazioni professionali dell’agricoltura – conclude Procaccini -, per un forte richiamo al governo affinché tenga nelle giusta considerazione queste legittime e fondate richieste”.