Viale Marconi. Evade dai domiciliari per rapinare un supermercato con due complici. Tutti arrestati

Al termine di un’attività di indagine, i Carabinieri di Ostia hanno sottoposto a fermo di indizio di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica di Roma, 3 uomini italiani di 48, 41 e 33 anni, residenti tra Ostia ed Ardea, tutti con precedenti penali e gravemente indiziati del reato di rapina aggravata.

In particolare, il provvedimento è stato generato dagli esiti dell’attività investigativa condotta dai Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Ostia, che ha consentito di accertare, a vario titolo, la responsabilità dei tre nella rapina a mano armata perpetrata il 15 febbraio scorso, ai danni di un supermercato di viale Marconi. I malviventi, nell’occasione, a volto travisato, minacciarono il personale alle casse, per poi fuggire con il bottino. I Carabinieri, dopo aver visionato alcuni filmati del sistema di videosorveglianza e consultato gli archivi fotografici, sono riusciti a risalire e ad identificare i tre malviventi, uno dei quali, peraltro, era evaso dagli arresti domiciliari che stava scontando nel comune di Ardea.

I Carabinieri, nel corso delle contestuali perquisizioni domiciliari hanno rinvenuto, a Casal Palocco, presso l’abitazione di uno dei tre, una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, nonché gli indumenti, il casco e la moto utilizzati per compiere la rapina.

I 3 fermati sono stati associati alla casa circondariale di “Regina Coeli”, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.