Trasporti. L’aereo è il mezzo più sicuro. Un solo incidente l’anno contro i 116 dei treni e i 2.397 dei bus

L’aereo si conferma il mezzo di trasporto più sicuro in Italia, autobus e pullman causano il maggior numero di incidenti e feriti, mentre sui treni si registra il numero più elevato di morti. Lo afferma il Codacons, che ha messo a confronto i dati ufficiali su sinistri, feriti e vittime che hanno visto protagonisti mezzi di trasporto passeggeri nel nostro Paese.

In base agli ultimi numeri ufficiali delle autorità di settore (2018), in Italia nell’ultimo anno si è verificato un solo incidente aereo significativo nel comparto dei voli commerciali, quando sulle piste di Malpensa un veicolo aeroportuale ha danneggiato l’ala di un business jet Cessna che si stava muovendo lungo la via di rullaggio.

Nello stesso anno sui binari ferroviari italiani si sono verificati 116 incidenti significativi, che hanno provocato 75 morti e 89 feriti gravi: nello specifico si sono registrati 8 deragliamenti di treni con 3 morti e 34 feriti, mentre la principale causa di incidente riguarda i veicoli in movimento (68 morti e 28 feriti).

Il record di incidenti è però detenuto da autobus e pullman di linea, che nel 2018 hanno provocato un totale di 2.397 sinistri, con 1.969 feriti e 15 morti, di cui ben 11 vittime registrate su autobus in servizio urbano.
Complessivamente nel 2018 i trasporti pubblici presi in esame hanno determinato in Italia 90 vittime e 2.059 feriti.

“Questi numeri ci dicono che, mentre il trasporto aereo garantisce elevati standard di sicurezza ai passeggeri, per treni e bus c’è ancora molto da fare – spiega il Presidente di Codacons, Carlo Rienzi –. Per questo il Codacons continuerà a monitorare i servizi offerti dai gestori ferroviari e dalle società di trasporto pubblico e a denunciare tutte le criticità e le carenze, affinché ai passeggeri sia garantito il pieno diritto alla sicurezza”.