Cassonetti bruciati. Ama pronta a comprarne 35.000 nuovi, per una spesa di oltre 20 milioni

Ancora cassonetti bruciati, si cambiano. Dall’inizio dell’anno sono già stati incendiati almeno una trentina di cassonetti e sabato notte altri tre ad Ostia vicino ad un impianto elettrico, così l’Ama corre ai ripari e ha deciso, tra questo mese e il prossimo, di presentare un bando per acquistare solo cassonetti di ferro, perché quelli attuali sono di plastica ed è più facile dargli fuoco.

I nuovi dovrebbero essere 35.000, quelli “intelligenti” di nuova generazione, che si aprono strisciando un badge come la tessera sanitaria o collegandosi ad una App, in grado di verificare se i rifiuti sono stati depositati negli spazi giusti.

Tenendo conto che un cassonetto in metallo costa circa 750 euro, è facile ipotizzare servano oltre 20 milioni di euro.

Poi partirà un altro appalto per acquistare 150 camion per la raccolta ma, per andare incontro alle esigenze di questi giorni, l’azienda ha deciso di affittare 15 mezzi. L’Amministratore di Ama, Zaghis, intanto si appella ai cittadini, perché aiutino a segnalare gli atti incivili.