Al Maxxi “Racconti italiani scelti e introdotti da Jhumpa Lahiri”

Domani, venerdì 10 gennaio alle 18.30 Jhumpa Lahiri, scrittrice pluripremiata, vincitrice del Pulitzer nel 2000 per L’interprete dei malanni, accompagnerà il pubblico del Maxxi in un viaggio affascinante alla scoperta della letteratura contemporanea italiana (Sala Carlo Scarpa, ingresso libero fino a esaurimento posti).

Racconti italiani scelti e introdotti da Jhumpa Lahiri (Guanda, 2019) è una raccolta frutto di un’immersione appassionata dell’autrice nella nostra letteratura e in particolare nella tradizione molto radicata del racconto, che ha consegnato alla storia della letteratura italiana pagine indimenticabili.

Spinta dall’amore per la lingua italiana e per il nostro paese, in cui ha trascorso lunghi periodi e che è indissolubilmente legato alla sua identità di scrittrice e di studiosa (nel 2018 ha pubblicato il suo primo romanzo scritto direttamente in italiano) Jhumpa Lahiri – nata a Londra da genitori bengalesi e cresciuta negli Stati Uniti – ha dato vita a un’antologia personale, di forte valore autoriale, che riunisce una grande varietà di temi e di stili.

Il suo approccio dinamico e vivo nasce da un atteggiamento di scoperta e riscoperta, da un’attenzione alle voci femminili, agli autori trascurati e a quelli che hanno interpretato con virtuosismo la forma breve.

A nomi indiscutibili e tuttora presenti nel nostro panorama se ne accostano altri rilevanti ma che sembrano quasi usciti dal discorso letterario, fino a vere e proprie riproposte. Poeti, giornalisti, artisti, musicisti, insegnanti, scienziati, traduttori: gli scrittori che abitano queste pagine rappresentano tante sfaccettature della società italiana, raccontando, con le loro voci originali, paesaggi, emozioni, eventi diversi.