La guerra in Libia apre le porte dell’Italia a migranti e terrorismo

La guerra in Libia, migranti e terrorismo. La minaccia per l’Italia si fa sempre più concreta e 7.000 persone sarebbero già in attesa di prendere il largo verso le coste dell’Italia.

L’allarme riguarda soprattutto i foreign fighters pronti a rientrare in Europa attraverso i nostri porti.

Con la ripresa dei viaggi verso l’Italia, la minaccia terroristica potrebbe essere un fatto certo, tanto più che 3.000 persone sono fuggite dai centri di detenzione e proprio dalla Libia potrebbero partire per raggiungere l’Europa attraverso le nostre coste.

Non arrivano indicazioni a tal riguardo né dal premier Conte né dal Ministro degli Esteri Di Maio.