Violenza sulle donne. Attivare il “Codice rosa” nei pronto soccorso

Nell’ultima seduta del consiglio regionale è stata approvata una mozione presentata dai consiglieri di Fratelli D’Italia, Chiara Colosimo e Giancarlo Righini, che impegnano il presidente della Giunta Zingaretti ad attivare quanto prima il “Codice rosa” nelle strutture di pronto soccorso della Regione.

“Con questa iniziativa  – spiegano i consiglieri Colosimo e Righini – vogliamo che venga accelerato l’iter per predisporre ogni iniziativa che possa prevenire, sorvegliare e fronteggiare  il delicato fenomeno delle donne vittime di violenza. In particolare il codice rosa secondo noi rappresenta uno strumento indispensabile, così come  lo stanziamento di contributi per la formazione di operatori sanitari nei Pronti Soccorso, sostegno agli orfani di femminicidio e bandi per l’imprenditoria femminile. la Regione Lazio ha il dovere di fornire tutto il supporto necessario per prevenire, proteggere e restituire una vita autonoma a libera a tutte le vittime abusate di violenza ed ai loro figli”.

E’ stata inoltre proposta la costituzione di un tavolo tecnico che dovrà avere la funzione di coordinare tutte le attività che verranno messe in campo, per contrastare il problema della violenza nelle sue diverse forme. Suddetto Tavolo dovrà essere composto da professionisti del settore che avranno il compito di: incentivare la costruzione di una rete territoriale; sorvegliare e sostenere le attività utili al contrasto della violenza messe in campo sino ad oggi;  stabilire e creare delle linee guida tra Forze dell’Ordine, Magistratura, Procura, Aziende Ospedaliere, Associazioni, Case Rifugio, Centri Antiviolenza, con lo scopo di garantire e rendere più efficace la presa in carico e la protezione della vittima; agevolare e promuovere tutte le attività utili e necessarie atte alla sensibilizzazione e alla prevenzione primaria, mediante iniziative  e corsi di formazione con il coinvolgimento di tutte le Istituzioni.