Operazione “Strade sicure”, il Pd strumentalizza

“Al collega Filippo Sensi del Partito Democratico, che accusa strumentalmente Fratelli d’Italia di essere contro l’operazione ‘Strade sicure’, ricordiamo che questa importante operazione fu pensata e fortemente voluta proprio da due esponenti di Fratelli d’Italia, l’allora Ministro della Difesa Ignazio La Russa e il Sottosegretario Guido Crosetto. Piuttosto, ricordiamo tutti molto bene come il Pd e la Sinistra antimilitarista abbiano più volte ostentato questa operazione sia a livello nazionale che a livello locale con i loro sindaci. Il voto contrario di Fratelli d’Italia oggi in commissione Difesa è dovuto solo alla imboscata che la maggioranza ha tentato di fare sulla pelle dei nostri militari: sul riordino dei ministeri e sul fondo per la revisione dei ruoli e delle carriere. La maggioranza ha reperito soldi da altri capitoli della Difesa e intende finanziare un massimo di 20 ore lavorative quando in realtà i nostri uomini in divisa ne lavorano 38”. Lo dichiarano in una nota i deputati di Fratelli d’Italia della commissione Difesa Salvatore Deidda, Wanda Ferro e Davide Galantino.

“FdI è sempre stata e sempre sarà dalla parte dei nostri militari. Lo abbiamo fatto in passato e anche in questa legislatura, con le proposte di legge sul precariato nelle Forze armate, la dignità degli alloggi, la verifica degli equipaggiamenti per il benessere dei nostri uomini e donne e non ci stiamo a condividere una operazione e un provvedimento che non solo concede una elemosina ai nostri militari ma la finanzia prendendo fondi della Difesa e del personale, come denunciato dalla rappresentanza militare”.