Meloni: a L’Aquila, la Sinistra usa i soldi degli italiani per finanziare Saviano

La festa per il decennale del terremoto de L’Aquila ridotta a passerella intellettuale della Sinistra e dei suoi intellettuali. Lo dice a chiare lettere Giorgia Meloni. che spiega come a suo parere un evento su una catastrofe sia stato strumentalizzato dal Pd.

“Io sto con il Sindaco de L’Aquila, Pierluigi Biondi. È intollerabile che i soldi destinati per il decennale del terremoto siano utilizzati per costruire l’ennesima passerella per personaggi come Roberto Saviano, il cui unico talento è quello di essere amico della Sinistra – spiega –. È vergognoso che per il Pd e l’intellighenzia, il Sindaco Biondi, che è stato eletto dai cittadini, non abbia nemmeno il diritto di dire che non è d’accordo”.

E punta il dito sulla Sinistra la Meloni, su quella stessa Sinistra che si ripropone di essere un esempio per gli altri: “Fuori dal mondo le parole del Ministro Franceschini, talmente sfacciato e presuntuoso da pretendere di impartire lezioni sulla libertà della cultura da pressioni e interferenze politiche. L’unica lezione che la Sinistra può fare è su come usare i soldi degli italiani per finanziare amici intellettuali, scrittori, attori, film che non vede nessuno e le immancabili coop. Da queste sanguisughe non accettiamo lezioni: portate rispetto agli aquilani e se vi piace tanto la compagnia di Saviano invitatelo a cena. E pagate voi”.