Rapina a Fiano Romano. Dopo 4 mesi, catturati 3 albanesi

Tre persone di origine albanese, due uomini di 32 e 38 anni e una donna di 49 anni, sono stati arrestati poiché ritenuti responsabili della rapina consumata lo scorso 4 maggio presso una villa di via San Lorenzo a Fiano Romano.

In occasione del fattaccio, i tre, con volto coperto, armati con una pistola e un’ascia, dopo aver scavalcato il muro di cinta della villa e fatto scattare l’allarme perimetrale; il proprietario, sentiti i rumori, era uscito per verificare quanto stesse accadendo e, sotto la minaccia delle armi, era stato portato all’interno dell’abitazione nella quale, alla presenza della moglie, asportarono, smurandola, una piccola cassaforte, facendosi consegnare denaro e preziosi per un valore di oltre 60.000 euro, per poi allontanarsi a piedi.

Dopo aver rubato una macchina da un’abitazione di Capena – poi abbandonata sull’autostrada A1, riuscirono a dileguarsi nelle campagne.

I malviventi, che dopo la rapina hanno fatto rientro in Albania, sono stati individuati nel loro Paese da personale INTERPOL, previa richiesta della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Roma che ha internazionalizzato la misura cautelare emessa dall’A.G. di Rieti, mentre la donna è stata posta agli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Fiano Romano.