Aveva quasi 100 ovuli di eroina nello stomaco. Arrestato nigeriano all’aeroporto di Fiumicino

I Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma hanno arrestato in flagranza di reato un cittadino nigeriano di 39 anni per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope. 

Lo straniero, giunto all’alba a Roma con un volo da Addis Abeba, è stato notato dai militari per l’atteggiamento visibilmente nervoso assunto a seguito del controllo dei documenti ed è stato quindi condotto presso il pronto soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia per essere sottoposto ad approfonditi esami radiografici. 

È stato così appurato che il nigeriano aveva ingerito un numero imprecisato di ovuli. Al fine di consentirgli di evacuarli completamente, data la loro pericolosità, è stato trattenuto presso la struttura ospedaliera. I Carabinieri, al termine delle attività, hanno potuto accertare che l’uomo aveva ingerito 94 ovuli complessivi contenenti eroina, per un peso totale superiore ai 1.700 grammi. 

L’arrestato è stato poi dimesso e condotto presso la Casa Circondariale di Roma Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.