Campidoglio, è record di ritardi. Sociale e verde battono la fiacca

E’ record di ritardi su servizi e controlli, dal sociale al verde, dalle multe alle ispezioni sui locali. La situazione invece di migliorare è nettamente peggiorata ed è proprio descritto in un rapporto che il Campidoglio presenta ogni anno, mettendo in fila, ufficio per ufficio, i ritardi dell’amministrazione capitolina.

Si chiama “Monitoraggio dei tempi procedimentali”, redatto dopo controlli a campione nelle varie strutture, considerando quanto fatto dal 2017 al 2018.

Spulciando tra le carte, per il verde, ad esempio, si registra una scarsa manutenzione con un +730% del crollo degli alberi dal 2016 al 2018, mentre il 27% delle verifiche è stato fatto in 200 casi su 750.

Altro settore in sofferenza, il sociale, dove la situazione è peggiorata sia per gli assegni di maternità che per quelli destinati alle famiglie a basso reddito; nello stesso dipartimento addirittura l’87% delle pratiche, per accreditare le residenze agli anziani, ha concluso l’iter in ritardi rispetto a quanto previsto.

Tra i vigili urbani, invece, in un anno è triplicata la percentuale delle multe gestite oltre la scadenza e se l’automobilista la riceve in ritardo e ricorre vince sicuramente; non a caso a Roma una sanzione su quattro non viene mai incassata dal Comune.

Seguono poi i controlli sugli affittacamere, che una volta su tre arrivano in ritardo; a queste si aggiungono le verifiche su pub, bar e finti laboratori artigianali, che 1 volta su 3 non sono tempestivi, senza contare che spesso finiscono dietro finte insegne di gallerie d’arte e librerie, un modo per aprire attività dove poi si smerciano cibo e alcoolici ai turisti.

(fonte Il Messaggero 14/07/2019)